ARTICOLO PER SEREGNO INFORMA (NUMERO 41 - LUGLIO 2014)

“Un piano di edificazione al costo di un PGT”

Approvato il PGT. La Federazione della Sinistra vota contro.

Abbiamo già illustrato, nel numero di dicembre 2013 di Seregno Informa al quale rimandiamo, i punti negativi del PGT di Seregno che ci avevano portato a votare contro la sua adozione.

Il dibattito che ha portato alla sua approvazione non ha cambiato la nostra opinione negativa ed è per questo che abbiamo votato contro.

Aggiungiamo che quasi nessuna delle osservazioni qualificanti presentate dai gruppi e dalle associazioni culturali, sociali ed ambientali presenti sul territorio è stata presa in considerazione. E si trattava il più delle volte di osservazioni puntuali e del tutto prive di ideologismi. Ha prevalso la difesa di una concezione continuista della città con nessun tipo di progettualità che ne allargasse, non osiamo dire modificasse, gli orizzonti.

Abbiamo perciò definito, questo PGT, "un piano di edificazione al costo di un PGT" non certo un documento atto a governare la città.

La democrazia del governo Renzi.

In questi giorni si fa un gran parlare di riforme istituzionali ma si mistifica la realtà. Infatti non si cancellano le provincie ma si cancella l'elezione dei consiglieri, non si cancella il Senato ma lo si trasforma in una congrega di nominati (un po' a me ed un po' a te), non si cancella il referendum ma lo si rende impossibile aumentando il numero di firme.

Infatti quello che Renzi ed il suo governo di larghe intese stanno perseguendo è il sovvertimento della democrazia rappresentativa rendendo il governo impermeabile a qualunque partecipazione democratica! Ed hanno pure la faccia tosta di chiamarla "democrazia"!

Elezioni europee: un buon risultato per la sinistra anticapitalista.

La lista "L'Altra Europa con Tsipras" ha superato, seppur di poco, lo sbarramento del 4% eleggendo tre parlamentari: Curzio Maltese, Barbara Spinelli ed Eleonora Forenza.

Questo risultato positivo è stato ottenuto dopo tanti anni di delusioni ed in condizioni non certo favorevoli, visto il richiamo al voto utile per il Pd ed il fatto che la lista Tsipras è stata di fatto ignorata dai media. Un segnale importante e un’iniezione di fiducia che fa più che bene.

I Comitati unitari che hanno permesso questo risultato sono al lavoro per trasformare questo risultato europeo nel passo successivo che è la creazione di un soggetto politico di sinistra, con un suo progetto autonomo, in opposizione e in alternativa alle politiche neoliberiste di devastazione sociale.

Questo progetto deve cioè essere fondato sul lavoro politico e sociale, deve tornare a praticare il terreno privilegiato delle lotte contro i licenziamenti, l’attacco ai diritti sociali, le privatizzazioni, le grandi opere, la distruzione del territorio.

Elezioni amministrative 2015 a Seregno.

Sarebbe bello che l'esperienza dell'Altra Europa si potesse trasferire a Seregno in vista delle elezioni amministrative della prossima primavera. Perché dunque non pensare alla possibilità che nasca una aggregazione attorno ad un programma di sinistra ed una lista  che rappresenti l'Altra Seregno? Basta crederci.

Giuseppina Minotti
Capogruppo della FdS al Comune di Seregno
Seregno, 9 luglio 2014
da «Seregno Informa»