Interpellanza a risposta scritta avente per oggetto:

Seregno sta diventando lo “zimbello” dei “media” nazionali.

Signor sindaco,

ormai non si riescono quasi a contare le volte che, quando parlano di Seregno, i mezzi d'informazione nazionale lo fanno in occasioni di decisioni di giunta o dichiarazioni avventate di qualche assessore.

Dalla rimozione della dedica a John Lennon del parco vicino alle scuole medie “Don Milani”, allo statuto del Comune (quello che nega il patrocinio alle associazioni che non sono d'accordo col concetto delle “radici cristiane” di Seregno), alla recente modifica del regolamento circa la residenza in chiave xenofoba ed ora alla “gaffe” fatta dal sindaco affermando che: “Mentre qualcuno è impegnato a difendere i rospi smeraldini o a porre veti alla realizzazione di nuovi parcheggi, noi abbiamo lavorato per favorire la mobilità sostenibile e rendere più “verde” la nostra città.”.

Per quest'ultima affermazione, provocatoria nella prima parte e falsa nella seconda, si è addirittura scomodata la Presidente del WWF Lombardia Paola Brambilla.

Forse un po' più di sobrietà e d'attenzione alle conseguenze di quanto si dice e si fa potrebbero far dimenticare la cattiva nomea che Seregno si è creata.

Gradirei conoscere il punto di vista dell'Amministrazione.

Distinti saluti.

Giuseppina Minotti
(capogruppo del PRC)
Seregno, 27 maggio 2008
Consiglio Comunale di Seregno
(prov. Monza e Brianza - Italia)