Interpellanza a risposta scritta avente per oggetto:

PGT di Carate Brianza: uno scempio ambientale che il Comune di Seregno dovrebbe contribuire ad impedire

Signor sindaco,

il 9 settembre è stato presentato il PGT di Carate Brianza. Non entro nel merito di tutti i contenuti dello stesso. Mi limito a segnalare la parte dello stesso PGT che riguarda la nostra città e che ritengo contraria agli interessi dei cittadini di Seregno e della zona della Brianza che comprende anche i comuni di Giussano e Verano.

Per illustrare la situazione allego la parte di PGT in questione.

PGT - Carate Brianza

Il Comune di Carate prevede dunque di trasformare in zona produttiva pressoché l'intera zona che tra la SS36 ed il confine di Seregno. Questa attualmente è classificata come “agricola” o addirittura “cava” ed in quest'ultimo caso dovrebbe essere soggetta ad un piano di recupero ambientale.

La scelta del Comune di Carate è da respingere in quanto coprirebbe di capannoni una zona che, più opportunamente, dovrebbe essere destinata a parco di cintura e contrasterebbe con la proposta recentemente avanzata di creazione di un parco intercomunale nella zona della cava.

Inoltre questa scelta sconsiderata costituirà un precedente che i comuni limitrofi non tarderanno a seguire.

Chiedo pertanto all'Amministrazione del Comune di Seregno se non ritenga opportuno, a salvaguardia degli interessi dei suoi concittadini, intervenire ufficialmente presso il Comune di Carate Brianza, la Provincia di Milano (che sta elaborando il PGTP) e la Regione Lombardia affinché un simile scempio venga bloccato.

Distinti saluti.

Giuseppina Minotti
(capogruppo del PRC)
Seregno, 16 settembre 2008
Consiglio Comunale di Seregno
(prov. Monza e Brianza - Italia)