Interpellanza avente per oggetto:

La Provincia di Monza e Brianza nasce “zoppa”: non è stato previsto l'Ufficio Scolastico Provinciale (ex Provveditorato), che ne pensa il Sindaco?

Egr. Signor Sindaco,

non so se è venuto a conoscenza che in data 13 marzo è stato pubblicato IL DPR n 17 del 20 gennaio 2009 nel quale all'art. 12 Regolamento recante disposizioni di riorganizzazione del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

comma 2: A decorrere dalla data di entrata in vigore del presente regolamento, il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca non procede all'apertura di nuovi Uffici Scolastici Provinciali.

Le firme sotto il DPR, oltre a quella ovvia del Presidente Napolitano, sono quelle dei membri del Governo che hanno proposto l'atto: Berlusconi, Gelmini, Brunetta, Tremonti, Bossi.

N.B.: La richiesta del Provveditorato per Monza e Brianza risale a ben venti anni fa ed aveva dato origine a diverse iniziative col fine di andare incontro alle esigenze delle scuole della Brianza e tentare di risolvere le numerose disfunzioni legate alla gestione di una provincia vasta come quella di Milano. Due iniziative in particolare meritano di essere ricordate tra le numerose sempre riportate dalla stampa locale: 1) la costituzione di un gruppo di studio promosso dall'assessore alla Pubblica Istruzione di Monza Arch. Caregnato e composto dalle rappresentanze dei sindacati e degli imprenditori. Al termine dei lavori fu affidato all'ex provveditore di Milano Enzo Giffoni la redazione di un progetto di legge per il provveditorato a Monza da far promuovere ai politici locali. La presentazione del pdl Giffoni avvenne con un convegno al teatrino della Villa Reale;

2) una raccolta di alcune migliaia di firme tra i diversi soggetti del mondo della scuola pubblica e privata, in seguito alla quale fu avviata dal precedente Direttore Generale dell'USR, Mario Giacomo Dutto, la sperimentazione dello sportello di Monza del Provveditorato di Milano. Una sperimentazione che non ha fatto mai registrare un reale beneficio per le scuole di Monza e Brianza perché comunque tutte le operazioni avvengono a Milano in via Ripamonti 85.

CHIEDO

  1. Che cosa ne pensa lei al riguardo?

  2. Non ritiene che sia stata commessa una grave discriminazione rispetto alle altre province, lombarde in primis ?

Distinti saluti

Francesco Mandarano
(Consigliere Comunale del PRC)
Seregno, 7 aprile 2009
Consiglio Comunale di Seregno
(prov. Monza e Brianza - Italia)