Interpellanza a risposta scritta avente per oggetto:

Come mai le forniture di arredi scuola finiscono sempre ad una ditta sola?

Signor sindaco,

leggo su Infonodo di oggi il seguente articolo:

«Quando un bambino un po' vivace delle scuole elmentari di Seregno rompe un banco, a Vasto brindano; quando, sempre nelle scuole di Seregno, un attaccappani si spezza e diventa inutilizzabile, a Vasto brindano; quando il comune di Seregno decide di sostituire l'arredo delle sue scuole, dell'ufficio dei vigili, di adeguare gli arredi degli uffici comunali alle norme 626, o di arredare il parco cittadino, a Vasto brindano.Non brindano naturalmente in tutta Vasto ma alla sede della Vastarredo brindano e se non lo fanno dovrebbero farlo visto che Vastarredo e le altre società del gruppo Vastarredo (ILLSA, IRAS, IPA PLAY, COMES.IT) hanno buone probabilità di aggiudicarsi la commessa. E il tutto senza dover partecipare ad un bando di gara di appalto che potrebbe costringere a ribassare i prezzi e ad offrire condizioni più vantaggiose per le casse del comune di Seregno. Non ci credete? Ebbene ecco l'elenco:

DT 511/2008 pubblicata il 18/07/08 Comune di Seregno per la "Fonitura, posa e montaggio di gioco componibile da installarsi presso il Parco "caduti di Nassirya"Se l' aggiudica per un importo complessivo di € 38.000,00 + IVA al 20% la Ipa Play (gruppo Vastarredo). Sono invitate a presentare un preventivo attraverso la formula della "gara a Trattativa Privata Informale" altre quattro aziende: la DELTA DUE di Osimo (An), GRUPPO DIMENSIONE COMUNITA' di Grassobbio (Bg), la GIOCHIMPARA di Pergine Valsugana (Tn) e la GIOECA di Udine (Ud) che però stranamente non presentano alcuna offerta economica.Sul sito della Delta Due di Osimo si legge "Delta Due ad Osimo: forniture e accessori per uffici. Realizza il tuo ufficio come più ti piace, da noi troverai tutto ciò che ti servirà: armadi per ufficio, bacheche per ufficio, carrelli per ufficio, cassette imballaggio, cassettiere per ufficio, complementi d' arredo, pannelli acustici, pannelli ignifughi, pannelli in legno, pannelli microforati". (Nessuna traccia di giochi componibili per parchi)Dal sito della Giochimpara risulta che questa azienda vende: Accessori pittura, Cancelleria, Carta, cartoncini, Collage, Colori, Stampi, Pastelli, Pastelloni, Gessi, Pennarelli Supercolor, timbri, fustelle e stencil, Trucchi per feste. (Nessuna traccia di giochi componibili per parchi).Forse quest'aziende non aggiornano il loro sito internet. Fatto sta che la commessa per 38000 euro + iva viene aggiudicata con un solo preventivo.

DT 69/2008 pubblicata il 12/03/08 Comune di Seregno per la "Fornitura e posa di arredi per uffici della polizia locale"Se l'aggiudica per un importo di € 7580,00 + IVA 20%. la ILLSA di Caronno Pertusella (gruppo Vastarredo). Nella determina si legge che: "si è provveduto tramite idonea ricerca di mercato a a contattare delle ditte specializzate nel settore, al fine di far pervenire la loro migliore quotazione in relazione alla fornitura. Da detta ricerca si è evidenziato che l'offerta più vantaggiosa nel suo complesso risulta essere quella della Ditta ILLSA di Caronno Pertusella che ha fatto pervenire preventivo di spesa relativo alla fornitura in opera degli arredi". Però non vengono indicate le altre ditte che sono state contattate. La determina si conclude così: "Tutto ciò premesso si propone viste le motivazioni sopraccitate e l'urgenza di affidare alla Ditta Illsa di Caronno Pertusella, la fornitura in opera degli arredi".

DT 345/2008 pubblicata il 27/05/2008, Comune di Seregno per la "Fornitura di arredi e complementi da installarsi presso le scuole dell'infanzia, primarie e secondarie del territorio comunaleSe l'aggiudica per un importo complessivo di € 48.525,00 + IVA 20% la ILLSA (gruppo Vastarredo). Sono invitate a presentare un preventivo attraverso la formula della "gara a Trattativa Privata Informale" altre quattro aziende: la Nobili Arredamenti di Saronno (da una ricerca su internet pare che questa azienda sia specializzata in: Arredamento alberghi e ristoranti, Forniture per alberghi ), la Liceum sas di Basiglio (da internet specializzata in scaffalature per biblioteche), la Visa Forniture srl di Vimercate (ditta specializzata in Editing e fotocomposizione, gestisce per alcuni comuni il sevizio di trascrizione dei verbali dei consigli comunali), la Tutto per la scuola di Fabio Dell'Aglio. La ILLSA vince la commessa offrendo uno sconto del 2,95%. Nella determina si legge: "Visto il Verbale di apertura offerte relativamente alla fornitura di cui in oggetto, da cui risulta che l'unica offerta pervenuta risulta essere quella della ditta ILLSA...ecc.". Anche qui quindi un solo preventivo e la Illsa si aggiudica la commessa.

DT 903/08 pubblicata il 12/01/2009, Comune di Seregno, per la “Fornitura di arredi ed attrezzature per adeguamenti d.lgs n. 81/2008 ex d.lgs n. 626/92”. Alla Vastarredo vanno 6.000 euro, alla Illsa 6.000 euro.

Nella relazione allegata alla determina si legge:“ Si propone di procedere mediante singoli affidamenti in economia contattando le Ditte sotto elencate, già aggiudicatici di precedenti gare di appalto nei diversi settori o comunque inserite nell'Albo Fornitori del Comune, al fine di organizzare da subito l'acquisto dei nuovi arredi. Si precisa che si è contestualizzata alla data attuale l'indagine di mercato sulla base dei risultati ottenuti con apposite gare che vennero esperite assumendo i prezzi relativi al Prezziario OO.PP. 2006, edito dalla Regione Lombardia, sulla quale vennero praticati gli sconti che risultano agli atti; quindi basterebbe solo questo per dire che ad oggi, i prezzi praticati dalle Ditte sono estremamente vantaggiosi; ciò non di meno, si sono confrontati questi prezzi con le proposte di mercato attuali di altre ditte, riscontrandone effettivamente l'estrema convenienza”. Il nome delle altre ditte contattate non viene fornito.

Ma è con la determina 734/2008 che la Vastarredo fa il colpaccio, quella per la fornitura di arredi alle scuole elementari Rodari, quella per cui il sindaco Giacinto Mariani spiegava in comunicato stampa del 31/03/2008 che: “ L'Amministrazione sta facendo il massimo per rinnovare e mettere a norma tutti gli edifici scolastici della città. Alle Rodari abbiamo fatto un investimento importante, non solo in termini economici ma anche culturali”.

DT 734/2008 del 10/10/2008 pubblicata il 29/01/09, Comune di Seregno, per la “Fornitura arredi per le scuole”.Se la aggiudica per un importo complessivo di € 278.044,13 iva al 20% compresa, la Vastarredo. L'assegnazione della fornitura viene effettuata senza che il comune di Seregno faccia nessuna gara d'appalto e neppure una “gara a Trattativa Privata Informale”. Che comunque per notevole entità dell'assegnazione non sono permesse.Nella determina si giustifica questa scelta così: “TENUTO CONTO che pur non essendo attive al momento Convenzioni Consip, maconsiderato che è in via di definizione l'attivazione di convenzione per l'acquisto di arredi scolastici con la Ditta Vastarredo s.r.l., via Osca n. 67 66054 Vasto (Ch), stessa ditta aggiudicataria di pari Convenzione conclusa nello scorso mese di giugno 2008 e considerato che la stessa, contattata già telefonicamente, si è resa disponibile ad effettuare un ulteriore sconto all'elenco prezzi rispetto a quello di aggiudicazione con Consip a fronte delle forniture già eseguite per questa Amministrazione;VISTA la nota protocollo 60831 del 06.10.2008 con la quale si invitava la ditta Vastarredo ad offrire uno sconto percentuale sull'elenco prezzi unitari per la fornitura di arredi per la scuola Rodari basato sui prezzi Consip in vigore fino a giugno 2008;TENUTO CONTO dello sconto del 4,17% offerto dalla ditta Vastarredo sull'elenco prezzi unitari, per eseguire la fornitura degli arredi per la scuola Primaria Rodari, nonchè della disponibilità a mantenere tali prezzi per tutto l'anno 2009 a seguito di ulteriori acquisti che si renderanno necessari;CONSIDERATA l'economicità dei prezzi applicati per la fornitura a seguito dell'ulteriore sconto applicato rispetto ai prezzi Consip; si determina di affidare la fornitura completa degli arredi alla ditta Vastarredo s.r.l. di Vasto (Ch) aggiudicataria di Convenzione Consip per tali forniture.”.

E qui cerchiamo di decifrare il burocratese:al momento della stipula del contratto non esiste nessuna convenzione Consip, l'ultima è scaduta nel giugno 2008.La Consip fa una gara di appalto per gli arredi scolastici che viene aggiudicata il 24/11/2008 alla Vastarredo. La convenzione diventa attiva il 09/03/2009. Però a Seregno già il 10/10/2008 potevano scrivere: “ è in via di definizione l'attivazione di convenzione per l'acquisto di arredi scolastici con la Ditta Vastarredo”.Il comune di Seregno contatta solo la Vastarredo che offre uno sconto del 4,17% sui prezzi della convenzione Consip scaduta a giugno 2008.Il comune di Seregno dichiara l'economicità dei prezzi applicati e affida la fornitura per 278.044,13 euro alla Vastarredo.

Sulla economicità dei prezzi Consip per gli arredi scolastici Francesca Rimini, giornalista di Report, trasmissione in onda su rai tre, dichiarava nella puntata del 19/04/09 : “ Un banco costa mediamente 29 euro, una sedia 16 euro. La Consip, l'ente per gli acquisti centralizzato, ha fatto una convenzione grazie alla quale i comuni possono acquistare i banchi a 59 euro invece che a 29 e le sedie a 39 euro invece che a 16. Inutilmente gli esclusi alla gara contestano la ditta che ha vinto” (la Vastarredo per l'appunto).Ciò significa che rivolgendosi al mercato è possibile ottenere sui prezzi Consip degli arredi scolastici anche risparmi del 50%. In appalti analoghi ad esempio, ma su cifre ben più modeste, la provincia di Reggio Emilia indice una gara riuscendo ad avere risparmi rispetto alla base d'asta di oltre il 20%, ben altra cosa rispetto al misero 4,17% ottenuto in questa cirostanza.

Perchè allora non sono state indette gare per aggiudicare l'affidamento delle forniture?E' accettabile, ci chiediamo, che nessuna ditta concorrente della Vastarredo sia stata contattata per avere dei preventivi?E' vero inoltre che almeno una di queste ditte: Mobilferro di Rovigo, Sirianni di Lamezia Terme, Mariani di Saronno e Sud Arreda di Napoli ha inviato al comune di Seregno lettera con prospetto comparativo che evidenzia prezzi inferiori rispetto alla convenzione Consip anche del 48%?

Il 27/04/08 Guido Trabattoni ha lasciato l'assessorato alla pubblica istruzione del comune di Seregno per non ben precisati motivi, da allora la carica è ricoperta in itinere dal sindaco Giacinto Mariani.»

L'articolo sembra ben documentato e non richiede aggiunte e commenti da parte mia.

Chiedo perciò che l'Amministrazione illustri il suo punto di vista circa i contenuti dell'articolo.

Giuseppina Minotti
(capogruppo del PRC)
Seregno, 5 maggio 2009
Consiglio Comunale di Seregno
(prov. Monza e Brianza - Italia)