Interpellanza avente per oggetto:

Sono 23 le aziende seregnesi in difficoltà. Quali iniziative ha intenzione di promuovere l'Amministrazione comunale in vista di un autunno che si preannuncia piuttosto problematico per i loro dipendenti?

Egr. Signor Sindaco,

probabilmente anche lei avrà visto nell'inserto pubblicato sull'ultimo numero del settimanale Il Cittadino una tabella molto dettagliata delle aziende in crisi, con pazienza ho individuato quelle seregnesi, contandone 23 di vari settori produttivi (metalmeccanico, tessile, legno, commerciale ecc.) potrebbero essere anche di più perché per quelle del settore chimico non sono indicate, per tutte, le città in cui si trovano.

I dipendenti in cassa integrazione ordinaria sono 196 su 242 mentre sono 89 su 175 in cassa integrazione straordinaria, quindi numeri rilevanti e che impongono un'attenta riflessione.

Le preoccupazioni delle organizzazioni sindacali sono serie in quanto dopo le ferie temono che le casse integrazioni possano diventare altro.

Personalmente condivido l'opinione del Segretario generale CISL di Monza e Brianza che occorre costruire un percorso insieme a Associazione Industriali Monza e Brianza e Camera di Commercio per evitare che i lavoratori rimangano fuori dalle fabbriche.

CHIEDO

Distinti saluti.

Francesco Mandarano
(Consigliere Comunale del PRC)
Seregno, 14 luglio 2009
Consiglio Comunale di Seregno
(prov. Monza e Brianza - Italia)