Interpellanza a risposta scritta avente per oggetto:

La Posta: un disservizio che è urgente ridiventi servizio.

Signor sindaco,

a pagina 14 del Piano dei servizi del PGT, nell'Area tematica "Servizi di interesse comune", tra i servizi Generali troviamo la Posta.

Tutti i cittadini di Seregno conoscono le condizioni in cui versa il suddetto "servizio".

Ieri, per fare un esempio concreto, mio marito, solo per ritirare una raccomandata, ha dovuto fare una coda di mezz'ora mentre la volta precedente la coda è stata di 46 minuti e sta ancora aspettando una lettera spedita tredici giorni orsono da Milano. Il tempo trascorso è comunque servito ad ascoltare le lamentele delle persone in coda ed i resoconti delle loro innumerevoli e varie esperienze (negative) con l'Ufficio postale ed a cercare di difendere il personale che evidentemente non ha nessuna colpa ma purtroppo si trova a fare da interfaccia.

Alcune considerazioni:

  1. Io penso che un servizio postale efficiente costituisca una delle infrastrutture indispensabili allo sviluppo economico. La posta (assieme alla logistica) è non a caso una delle priorità della Germania che è infatti leader nel commercio online europeo.
  2. Io penso che l'Amministrazione ed il Consiglio Comunale, nel nostro piccolo e consci che si tratta di un problema nazionale, debbano farsi carico, anche con una azione politica e dimostrativa forte, della gravità della situazione dell'Ufficio postale di Seregno.
  3. Io penso che durante la discussione sul PGT di Seregno che avverrà prossimamente, debba trovare spazio il livello qualitativo dei servizi e non solo la loro mera esistenza.

Chiedo pertanto che l'Amministrazione comunale illustri la sua opinione al riguardo.

Giuseppina Minotti
(capogruppo della FdS)
Seregno, 28 novembre 2013
Consiglio Comunale di Seregno
(prov. Monza e Brianza - Italia)