Interpellanza avente per oggetto:

Servizio iniezioni: come peggiorare, per poi chiudere, un servizio.

Signor sindaco,

l'ASL ha tolto il servizio di iniezioni a domicilio ed istituito al suo posto un ambulatorio con i seguenti orari: Lu, Ma, Gi, Ve (dalle 10,30 alle 11,30), Me (dalle 14 alle 16).

Naturalmente si tratta di un simulacro di servizio, insufficiente sia come orario - per l'impossibilitÓ di adattarsi alle esigenze degli ammalati - sia come scomoditÓ - non tutti sono in grado di recarsi presso l'ASL tenuto conto del fatto che la maggior parte dell'utenza Ŕ costituita da persone anziane.

Si ha il fondato sospetto che il servizio venga peggiorato al solo scopo di chiuderlo e dirottare l'utenza verso il servizio infermieristico privato (al prezzo medio di 6 euro per iniezione).

Nota finale: se l'ASL vuole risparmiare potrebbe farlo smettendo di spedire quei bollettini autoelogiativi che spesso i consiglieri comunali trovano nella loro posta.

Cosa ne pensa l'amministrazione?

Quali iniziative intende intraprendere?

Distinti saluti.

Giuseppina Minotti,
(capogruppo del PRC)
Seregno, 9 settembre 2003
Consiglio Comunale di Seregno,
Milano - Italia