Oltre la memoria

Gli studenti ebrei del “Manzoni” al tempo delle leggi razziali

La fascistizzazione del corpo docente del Manzoni

La scheda personale del Professor Stefano Fermi.Nel 1938 ogni docente fu obbligato a dichiarare la propria appartenenza alla "razza ariana". Il Professor Fermi fu l'unico docente del "Manzoni" a non iscriversi al Partito Nazionale Fascista.

Dal registro dello Stato del Personale (dal 1935/36 al 1952/53), in cui sono annotate per ciascun professore, oltre alle materie d’insegnamento, alle classi di titolarità, all’indirizzo privato, anche la data di iscrizione al PNF, il numero di tessera e le onorificenze ricevute, si possono rilevare alcuni dati interessanti circa la fascistizzazione del corpo docente.

Esaminando, ad esempio, il ruolo dell’ a.s. 1935/36 si nota che 37 docenti su 61 sono regolarmente iscritti al PNF; sono segnalati come "non iscritti" due soli docenti ordinari, il prof. Stefano Fermi (italiano e latino nel liceo, sez.A) e la prof. Antonia Cabrini (lettere nel ginnasio inferiore, sez.D), che peraltro risulterà iscritta a partire dall’anno 1938/39.

Il preside Pochettino, iscritto dal 1921, è insignito dell’onorificenza di Cavaliere Ufficiale Commendatore dell’Ordine di S.Agata.

Tra i docenti ordinari del corso liceale, i decani dell’iscrizione al partito sono il prof. Angelo Gonella (docente di latino e greco nella sez. A ), nel PNF dal 1921, il prof. Attilio Crespi (storia e filosofia nella sez.C), iscritto dal 1922, e il prof. Giustino Orsini (latino e greco nella sez.C), iscritto dal 1924.

Nel ginnasio inferiore il prof. Placido Zunino, docente di lettere nella sez.A, è iscritto dal 1926, come il prof.Giulio Zimolo, del ginnasio superiore (lettere nel corso C).

La maggioranza delle iscrizioni degli altri docenti risale agli anni 1932-1933.

Non si specifica nulla circa l’iscrizione o la non iscrizione di un piccolo gruppo di insegnanti: tre ordinari di lettere nel ginnasio, i due ordinari di inglese, due incaricati di inglese e francese (nelle sezioni E ed F), un incaricato di matematica (con cattedra suddivisa nelle sez. D, E, F), nonché i docenti di educazione fisica, di cultura militare, l’insegnante di religione padre Friz, oltre ai supplenti temporanei.

Uno di questi ultimi, Claudio Secchi, presumibilmente non iscritto, in servizio dal 21 ottobre al 4 novembre 1935 sulla cattedra di italiano e latino del triennio B, è sostituito poi da un altro supplente, Carlo Bonapace, iscritto al PNF dal 1926; questi viene mantenuto in servizio sino al luglio1936.

Dal 1938/39 l’adesione è totalitaria, con la sola eccezione del prof. Fermi (peraltro nominato Cavaliere della Corona d’Italia); i docenti di educazione fisica hanno grado nella G.I.L.; non è specificata l’iscrizione dei soli insegnanti di religione, cultura militare e puericultura (tutti incaricati).

Tra i docenti insigniti di onorificenze, hanno il titolo di Cavaliere della Corona d’Italia, oltre a Fermi, anche Zunino, che è inoltre "Fascista del Littorio", Zimolo, Vincenzo Riccardi (francese nel ginnasio A), Giuseppe Orlandi (inglese nel ginnasio C), mentre Gino Lupi (spagnolo nel ginnasio D) è Cavaliere della Corona Rumena.

Nella pagina dell’anno 1943/44 le colonne riservate alla data di iscrizione al PNF e al numero di tessera relativa sono lasciate in bianco, e in quella del 1944/45 la colonna destinata al numero di tessera riporta invece il numero di telefono privato dei vari docenti, mentre la dicitura "Numero di tessera" in capo alla colonna stessa viene ricoperta con un cartellino posticcio con l’indicazione "Telefono".

Barbara Bagliani (II D), Federico Catalfamo (III C), Marco Croatto (III C), Giacomo Di Martino (III C) , Alessandra Maccotta (II D), Luca Marangoni (III C), Laura Olivi (II D), Luca Povoleri (III C), Alessandro Simone Samari (III F)
Milano, 27 gennaio 2003
Liceo-Ginnasio “Alessandro Manzoni” | Indice della ricerca del Manzoni | Indice generale