• Senza titolo 19 Novembre 2018
    Lombardia: la favola dell'alberello e del fiumicello A differenza della Val Susa e di altri territori Resistenti alle Grandi Opere Inutili e Imposte (GOII) in Lombardia tutte le GOII sono state completate salvo l'autostrada Pedemontana. Cioè tutte quelle opere che avrebbero dovuto essere pronte per la mamma delle opere inutili che fu Expo2015, come le […]
    Unknown
  • Senza titolo 10 Maggio 2018
    LETTERA A PEPPINO Caro Peppino, sono passati 40 anni da quando la violenza mafiosa ha pensato di spegnere il grande fuoco di Libertà, di Verità e di emancipazione dalla cultura feudale mafiosa, che avevi acceso da Cinisi e in tutta la Sicilia. Un fuoco che si doveva spegnere su quei binari della ferrovia dove i […]
    Unknown
  • Senza titolo 5 Maggio 2018
    MAGGIO 1978 - MAGGIO 2018 40° anniversario dell'assassinio mafioso di Peppino Impastato Come allora presenti per continuare con sempre più impegno e determinazione.
    Unknown

ARCORE. NO ALLE INTIMIDAZIONI NEOFASCISTE. NO ALLA MEMORIA A SENSO UNICO. NOI VOGLIAMO “RICORDARE TUTTO”.

Operazione foibe

Operazione foibe

La Federazione di Monza Brianza del Partito della Rifondazione Comunista giudica grave che ad Arcore si sia rinunciato a svolgere l’iniziativa che avrebbe dovuto tenersi domenica 12 febbraio 2017.

Ricapitoliamo i fatti. L’iniziativa, curata dall’Anpi di Arcore con il Patrocinio del Comune, doveva avere luogo in una sala del Municipio, in occasione della Giornata del Ricordo. Aveva per titolo “Io ricordo tutto”, e contemplava la partecipazione di Claudia CERNIGOI, ricercatrice e storica triestina, autrice del libro “Operazione foibe tra storia e mito”. Al suo annuncio, si erano scatenati gruppi di estrema destra (quelli che gestiscono in senso sciovinista e neofascista il tema delle “foibe”) per contrastare questo evento, intimidire, minacciare azioni di contestazione. Ed erano riusciti a ottenere che il Comune togliesse il patrocinio all’iniziativa – primo cedimento delle istituzioni. Ma sia la Federazione MB di Rifondazione che l’Anpi provinciale avevano denunciato questa indebita pressione e invitato alla mobilitazione e alla partecipazione tutti cittadini democratici. Ma poi è giunta la notizia che l’Anpi locale ha rinunciato a svolgere l’iniziativa.

La Federazione MB di Rifondazione comunista trova molto grave questo esito. Dichiara di avere piena stima in Claudia Cernigoi, autrice di ricerche fondamentali per una ricostruzione equilibrata e oggettiva degli avvenimenti 1943-45 dei confini orientali; giudica che rinunciare a svolgere l’iniziativa vuol dire darla vinta alle minacce dei gruppi neofascisti, che si sentiranno incoraggiati a proseguire nella loro tracotanza, come vediamo in tutta la Brianza, a Milano, a Varese e in tutta la Regione; significa scoraggiare e disarmare gli antifascisti e i cittadini democratici che si erano impegnati a partecipare e a proteggere l’evento.
Rifondazione Comunista si impegna a organizzare un convegno su questa tematica, ripetendo il titolo dell’evento che avrebbe dovuto aver luogo ad Arcore, “Io ricordo tutto”: tutte le distruzioni e le violenze perpetrate dal fascismo italiano in Yugoslavia al fianco dei nazisti, in Albania, in Grecia, nelle guerre coloniali (Libia, Etiopia). Perché questa è la vera memoria, che noi dobbiamo recuperare, diffondere, condividere, contro lo stereotipo vittimista dell’“Italiano brava gente”.
Tutta la nostra solidarietà a Claudia Cernigoi. Organizziamo l’impegno antifascista, a partire dalla riflessione su questi fatti.
Monza, 10 febbraio 2017.
Giovanna Capelli, segretaria del PRC Monza Brianza.

Leave a Reply