FALLITO A MILANO IL TENTATIVO DI COMPRARE LA DIGNITA’ DEI LAVORATORI CON UN PIATTO DI LENTICCHIE AVVELENATO

“Riaprire la vertenza nazionale, referendum dei lavoratori sulle ipotesi di accordo”

Dichiarazione di Ezio Locatelli, segretario del Prc Lombardia

Tranvieri in sciopero"Questa notte a Milano è fallito il tentativo di comperare la dignità dei lavoratori ATM con un piatto di lenticchie avvelenato".

"La vicenda degli autoferrotranvieri milanesi ha un innegabile valore generale, e non smette di produrre insegnamenti.

"Sbagliata e controproducente la rincorsa in sede locale di una quota parte di salario che doveva e che deve essere invece considerato come una base minima per tutti i lavoratori italiani.

"Da parte loro, l'Azienda e il Comune di centrodestra hanno tentato di frantumare un movimento di lotta forte e determinato come non si vedeva da anni, di dare corpo all'idea di una devolution contrattuale di stampo neo-corporativo, fino a rivendicare con protervia un peggioramento assoluto delle condizioni di lavoro in cambio di quattro soldi.

"La lotta degli autoferrotranvieri per il salario, la dignità del lavoro e il controllo democratico della rappresentanza sindacale ricomincia dunque domani, con lo sciopero nazionale proclamato dai sindacati di base e dai comitati di agitazione spontanei. Rifondazione ribadisce di essere a fianco dei lavoratori che chiedono di riaprire la vertenza nazionale e di giudicare con un referendum generale l'accordo firmato il 20 dicembre da Cgil, Cisl e Uil, Faisa Cisal e Ugl.

"Sono in particolare le confederazioni sindacali a dover riflettere sulla vicenda. Stamattina a Milano hanno detto no a un accordo sciagurato. Ma per recuperare la fiducia dei lavoratori, questo è il momento di dare ascolto alle loro critiche, di dare loro gli strumenti per decidere".

Roberto Porta (Ufficio Stampa del PRC - Lombardia)
Milano, 8 gennaio 2004
PRC - Lombardia Mail