La crisi non riguarda solo la piccola e media industria, ma colpisce anche sul nostro territorio le grandi aziende.

CRISI INDUSTRIALE DEL VIMERCATESE

Dibattito organizzato dal Circolo Vimercatese del Partito della Rifondazione Comunista “A.GRAMSCI”

La Crisi economica che investe  l’industria Italiana si fa ogni giorno di più evidente. Sono moltissime le piccole ditte dalla metalmeccanica al tessili in forte crisi, che minacciano chiusure e casse integrazioni. La crisi non riguarda solo la piccola e media industria, ma colpisce anche sul nostro territorio le grandi aziende.  Sono di queste ultime settimane gli annunci di  1000 esuberi per IBM Italia.  Cosi anche la ST Microelectronics , azienda fin ora sospettata di grande salute, visto gli alti utili, e la grossa manodopera impegnata in Agrate, annuncia 1200 esuberi per ST in Italia. Non più novità ma purtroppo una certezza sono la perenne crisi dell’Alcatel, o il lento declino della Star. In tutto questo la situazione del mondo del lavoro sta cambiando, dai call center a ditte affermate sul territorio, lo sfruttamento del precariato è all’ordine del giorno. Con l’introduzione della legge 30 si assiste ad una valanga di svariate formule contrattuali, e alla precarietà lavorativa come sinonimo di stabilità  nella vita quotidiana, ovvero allo sfruttamento senza scrupoli tutti i giorni migliaia di lavoratori.  Ne sono un esempio i svariati contratti atipici  presenti in Celestica, ma anche nelle più piccole aziende. Dallo status d’apprendistato, al contratto di Co.CO.Pro, ai moltissimi contratti interinali.

Martedì 12 luglio ore 21.00

presso la sala di rappresentanza del municipio di Concorezzo

Introduce: Felice Beretta, Assessore al bilancio e attività produttive del Comune di Concorrezzo

Parteciperanno al Dibattito:

Bruno Casati, Assessore alle crisi industriali e occupazionaliprovincia di Milano

Paolo Grassi Coordinamento nazionale Nidil-CGIL

Interverranno delegati di IBM,ST Microelectronics, Celestica e STAR

Partito della Rifondazione Comunista  
Rifondazione Comunista
Concorrezzo, 6 luglio 2005