Respinto un grave attacco alle libertÓ ed ai diritti democratici e sindacali dei lavoratori

Assolti perché il fatto non sussiste i tramvieri di Monza.

Erano stati accusati di interruzione di pubblico servizio per gli scioperi del dicembre 2003-gennaio 2004

Sciopero dei tramvieri

Sciopero dei tramvieri nel 2003.

Oggi, 6 febbraio 2006, presso il tribunale di Monza il giudice Paletto ha prosciolto i lavoratori autoferrotramvieri della Trasporti Pubblici Monzesi che si erano opposti al decreto penale (15 gg di carcere o ammenda di 580 euro per lavoratore) per interruzione di pubblico servizio.

Il Processo ha visto la presenza di oltre un centinaio di lavoratori di varie realtÓ lavorative milanesi e monzesi (ATM, FS e Appalti ferroviari, IBM, PT, BNL, Ospedale S.Raffaele, SEA, ecc), studenti e Associazioni Consumatori Utenti, mobilitati dal Coordinamento Milanese di SolidarietÓ "DALLA PARTE DEI LAVORATORI" e che in questi anni hanno seguito le vicende giudiziarie degli scioperanti fino alla positiva conclusione del giudizio.

E’ stato respinto cosý un grave attacco alle libertÓ ed ai diritti democratici e sindacali dei lavoratori.

Il Coordinamento Milanese di SolidarietÓ prosegue la mobilitazione a sostegno di tutti gli altri lavoratori che in questo momento sono oggetto di iniziative di repressione.

Il Coordinamento Milanese di SolidarietÓ “DALLA PARTE DEI LAVORATORI”

Coordinamento Milanese di SolidarietÓ “Dalla parte dei lavoratori”
Monza, 7 febbraio 2006