Aziende in crisi in Lombardia

Capodanno senza lustrini, a presidio delle aziende e dell’occupazione per migliaia di lavoratori e lavoratrici

Il Capogruppo regionale del Prc, Luciano Muhlbauer, domani alla Mangiarotti di Milano e all’Agile di Pregnana.

Morte di una fabbrica: Agile ex Eutelia

Morte di una fabbrica: Agile ex Eutelia

Capodanno senza lustrini, anche in Lombardia, per migliaia di lavoratori e lavoratrici che hanno perso o rischiano di perdere il posto di lavoro.

La causa invocata, quella della crisi, è spesso solo un pretesto per coprire operazioni di pura speculazione finanziaria o immobiliare, o ancora di delocalizzazione, di secca espansione del profitto sulla pelle di chi lavora. Ed è sempre la drammatica assenza di adeguate politiche e iniziative di governo, a rendere più pesante la situazione.

In queste ore, in diverse località della regione, migliaia di operai, tecnici e impiegati sono impegnati nella difesa della continuità produttiva e dell’occupazione.

Il capogruppo regionale di Rifondazione comunista, Luciano Muhlbauer, si recherà domani, giovedì 31 dicembre, a due appuntamenti di solidarietà con questi lavoratori.

Alle ore 15.00, in viale Sarca 336, Milano, parteciperà al brindisi con gli operai del presidio permanente davanti alla Mangiarotti Nuclear, sotto minaccia di chiusura.

La sera, sarà al cenone dei lavoratori dell’Agile (ex-Eutelia) di Pregnana Milanese, che occupano lo stabilimento dal 4 novembre scorso.

“C’è un unico augurio per il 2010 che importi veramente: che vincano i lavoratori”, dichiara Muhlbauer. “Quelli della ex-Eutelia e quelli della Mangiarotti Nuclear, ma anche tutti gli altri. Perché dalla crisi si esce rimettendo al centro le ragioni e la dignità del lavoro, oppure siamo destinati a consegnare anche il dopo-crisi a coloro i quali la crisi l’hanno provocata.”

Roberto Porta
Milano, 30 dicembre 2009