TONFO DELLA MAGGIORANZA REGIONALE:
BOCCIATO IL REFERENDUM SULLA DEVOLUTION

Su richiesta di votazione a scrutinio segreto avanzata da Rifondazione Comunista Ŕ stato oggi clamorosamente bocciato, con 36 voti contro 32, il tentativo di Formigoni di stravolgere a proprio uso le regole referendarie al sol fine di permettere lo svolgimento del referendum sulla cosiddetta devolution in concomitanza o in anticipo alle elezioni politiche. Si trattava di una modifica, proposta dalla maggioranza, alla legge regionale che stabilisce le procedure referendarie, che prevedeva l'estensione del periodo in cui Ŕ possibile indire i referendum.

"I franchi tiratori nelle file della maggioranza - dichiara Ezio Locatelli, Segretario e consigliere regionale di Rifondazione Comunista - sono stati almeno 10. E' questa una straordinaria vittoria democratica che fa giustizia di un'operazione del tutto propagandistica e strumentale.

La Lega esce sconfitta su un tema che ha rappresentato uno degli elementi centrali dell'intesa intercorsa con il Polo.

Il voto espresso dall'aula - conclude Locatelli - oltre ad annullare una iniziativa fino a ieri ritenuta centrale dalla maggioranza di Polo e Lega, avrÓ anche come risultato l'accentuazione di divisioni giÓ in essere nella stessa maggioranza."

Gruppo regionale lombardo del Prc
Milano, 21 dicembre 2000