Elezioni politiche 2008 - Candidature della Sinistra Arcobaleno Lombardia (quota PRC)

Alfio Nicotra (PRC - Lombardia): “Non posso che esprimere il mio disappunto per la scelta di non inserire il compagno Gianni Confalonieri nella rosa degli eleggibili, spero che la Direzione Nazionale ci ripensi”

Conferme per Augusto Rocchi e Giovanna Capelli al Senato, di Daniele Farina e nuova candidatura di Nicoletta Pirotta alla Camera

In merito alle candidature che Rifondazione Comunista porterà in Lombardia nelle liste della SINISTRA, L’ARCOBALENO – definite dal Comitato politico nazionale di ieri - il segretario regionale del Prc Alfio Nicotra, ha rilasciato la seguente dichiarazione.

Ringrazio Alfonso Gianni, Graziella Mascia ed Ezio Locatelli per aver egregiamente rappresentato il partito e le sue battaglie in parlamento e nel governo nazionale in questi anni.

I criteri restrittivi che ci siamo dati nelle candidature - aver svolto almeno 10 anni della propria vita politica in parlamento o in consiglio regionale - ci obbligano oggi a privarci del loro contributo diretto nella nuova avventura elettorale unitaria de “la Sinistra l’Arcobaleno”. Siamo l’unica forza politica che applica con rigore questo “antidoto”, perché reputiamo che l’impegno nel partito e nei movimenti abbia lo stesso valore ed importanza che quello nelle istituzioni. Anche per questa via si combatte l’antipolitica, dando un esempio di sobrietà rispetto alla separatezza imperante tra cittadini ed istituzioni. Alfonso, Graziella ed Ezio non sono “casta”, ma dirigenti politici cristallini, impegnati nella difesa dei diritti del mondo del lavoro e di chi sta in basso nella piramide sociale. Se il parlamento perde tre rappresentanti tra i più preparati e generosi, il partito, a cominciare da quello lombardo, acquista nella sua proiezione nella società competenze e preziose energie che saranno valorizzate al meglio.

Pur esprimendo soddisfazione per la decisione del comitato politico nazionale di confermare come candidati in posizione eleggibile i compagni Augusto Rocchi e Giovanna Capelli non posso che esprimere il mio disappunto per la scelta di non inserire il compagno Gianni Confalonieri nella rosa degli eleggibili. Una decisione unilaterale della nostra segreteria nazionale che contraddice un preciso e democratico pronunciamento assunto con largo consenso nel comitato regionale del Prc lombardo. Mi auguro che ci sia un ripensamento perché il sen. Confalonieri è stato in questi due anni un punto di riferimento tra i più presenti sul territorio.

La conferma di Daniele Farina e la candidatura di Nicoletta Pirotta rafforzano invece l’impegno del Prc di portare nella Sinistra l’Arcobaleno la voce e l’impegno dei movimenti per i diritti sociali e civili. Una scelta arricchita anche dalla decisione del Comitato Politico Nazionale di accogliere la proposta dei Giovani Comunisti di candidare Cristina Tajani, ricercatrice precaria, che considero tra i quadri politici più preparati del nostro partito. Una scelta non solo simbolica, rispetto a chi invece assume e fa proprie le ricette della Confindustria sul mercato del lavoro.

Roberto Porta
Milano, 1 marzo 2008