Santa Rita - Milano: La Clinica degli orrori

Truffa omicida in un contesto truffaldino

***

Medicina Democratica.

info

  1. La vicenda della clinica privata Santa Rita si pone in una situazione da anni compromessa: un sistema che paga la malattia. Il sistema dei DRG ovvero quello dei rimborsi alle strutture sulla base della liste della malattia e degli interventi sanitari porta inevitabilmente all’aumento delle prestazioni, molte delle quali possono essere inutili e anche dannose.
  2. La regione lombardia con il cd sistema sanitario lombardo ha priviligiato i posti letto privati rispetto a quelli pubblici. Ancora nel 2005 e 2006, nonostante i dichiarati blocchi, le strutture di ricovero private sono aumentate del 30%. Fra l’altro nel 2003 la regione Lombardia ha concesso 95 posti letto in più alla Santa Rita nonostante l’opposizione del quartiere e di molte associazioni fra cui la nostra.
  3. La clinica Santa Rita non è stata e non è l’unica indagata fra le cliniche e le strutture private per fatti che riguardo l’inappropriatezza delle prestazioni. La differenza è che secondo le accuse dei pubblici ministeri alla Santa Rita siamo arrivati, per soldi, anche all’omicidio che non può essere considerato semplicemente “colposo”. La situazione si è verificata anche in mancanza di controlli o con controlli volutamente inefficaci.

Per tutto ciò medicina democratica si costituirà parte civile quando verrà stabilito il rinvio al giudizio.
Inoltre ancora proporrà ancora una volta nel suo prossimo congresso nazionale (Brindisi, 17/18/19 ottobre) a tutte le regioni a partire da quella ospitante di cambiare il sistema di finanziamento delle strutture: da un sistema che paga la salute a un sistema che paga la malattia.

Fulvio Aurora
Milano, 10 giugno 2008
Medicina Democratica