AGLIATE - Befana del Lambro 2006

BEFANA 2006… PATRIMONI SOMMERSI

Presentazione

Befana del Lambro 2006

Befana del Lambro 2006

Patrimoni sommersi

info

La Befana sul Lambro esiste ormai da molti anni e, a suo modo, rappresenta di per sé un “patrimonio” dal significato non solo di costume, tradizione e festa, ma di cultura, incontro, approfondimento, ricerca, gioco, ritualità, mito e fiaba.

Un patrimonio però “sommerso”, nascosto e custodito più dentro il cuore, la passione, la mente e gli scritti di chi lo ha vissuto, che non manifesto, visibile e tangibile in costruzioni, oggetti, macchine, scenografie accantonate senza un ordine preciso e impolverate in un magazzino ai più ignoto e inaccessibile.

Da questa storia di genti e di fatiche, di giorni e serate passate a “preparare” la Befana è scaturito il tema del 2006: “patrimoni sommersi”.

Patrimoni sono innanzi tutto quelle tante persone che hanno fatto propria l’esperienza del laboratorio della Befana, donne, uomini, giovani, bambini che con il loro entusiasmo, le loro idee, il loro sapiente e guidato lavoro hanno reso possibile il manifestarsi di questo rito-mito.

Chiedersi perché, da dove si è partiti e come, a distanza di così tanto tempo, ci si ritrovi ancora, ogni anno, quasi “condannati” da una sorta di incantesimo a dover far rivivere e ritornare la Befana sul suo fiume, ha portato anche a ripensare al cammino, non solo temporale, ma culturale, simbolico, espressivo e di lotte che il laboratorio e il lavoro di gruppo hanno rappresentato per tutti.

E, cosa è stato, ed è ancora, tutto questo se non un enorme e variegato “patrimonio”?

E cosa dire del Lambro e dell’acqua, patrimonio assoluto di vita, che nel suo inesorabile scorrere custodisce come “patrimoni sommersi” le storie e le memorie del passato.

Un fiume troppo spesso umiliato e aggredito, che conserva antico fulgore e mostra, di contro, le gravi ferite inferte dal disamore e da un progresso incontrollato.

Uno scorrere “sommerso” di vite, di volti e di parole, di lotte e di speranze, di gioie e di dolori che nel corso di questi anni hanno narrato le vicende della gente del fiume e le ingiustizie dei popoli delle terra.

Un patrimonio da custodire e da raccontare, un patrimonio da valorizzare e da utilizzare come tutti gli altri patrimoni piccoli e grandi ancora sommersi e sparsi in tutte le parti del mondo.


Befana del Lambro 2006

Befana del Lambro 2006

Schema della teatralizzazione

info

BEFANA 2006
SCHEMA DELLA TEATRALIZZAZIONE

IN SCENA

A) Fuochi
B) Matrioske
C) Albero Melograno
D) Piatto Augurale

AZIONI D'ATTESA

- Richiami e canti
- Matto per il fiume
- Suoni vivi (Banda)
- Accensione fuochi

LA TEATRALIZZAZIONE

IL BUIO


1. Luci a filo d'acqua
    Albero Luminoso della Luce
    Matrioske in fuga
    Il pesce accende il fiume

2. Racconto in ombre cinesi: “La storia del bambino che non aveva mai sentito fiabe e il cigno che le racconta”

LA LUCE

3. Melograni nel piatto
4. Cavalli al galoppo: l'arrivo del Principe
5. Portatori di patrimoni: zoccoli-soli-lune

6. Arriva il grande Cigno-teatro: scendono i personaggi delle fiabe e incontrano il principe
7. Arriva la Befana
8. Incontro: doni, saluti... e risale il fiume

Alessandro Nobili (Commissione Cultura Alternativa)
Agliate (Carate Brianza), 3 gennaio 2006
da "Befana del Lambro"