Forum con le istituzioni per il Parco Regionale della Brughiera

Avviato il confronto con amministratori e politici

Non abbiamo forse spostato nessuna montagna ma abbiamo fatto sbattere le ali a qualche farfalla.

Comitato Parco Brughiera

Photo by Comitato Parco Brughierainfo

Mercoledì sera 16/12/09 nella sala del Caminetto del Municipio di Fino Mornasco si è tenuto il FORUM con le ISTITUZIONI organizzato dal COMITATO PER IL PARCO REGIONALE.

Erano presenti i Consiglieri Regionali Agostinelli e Gaffuri, il Presidente del Parco Locale di Interesse Sovraccomunale Brughiera Briantea Restani, l'Assessore all’ecologia della Provincia di Como Mina, il Direttore del settore Ambiente della Provincia di MonzaBrianza Arch. Lopez, i Sindaci dei Comuni di Meda, Cabiate, Brenna, Orsenigo, Fino Mornasco, Carimate, Cermenate, Carugo, Arosio e Capiago Intimiano, il Presidente della Riserva Naturale Lago di Montorfano ed alcuni Consiglieri della prov. di Como.

Si può dire che sia stato l'inizio di un confronto con e tra i soggetti istituzionali alla ricerca di consenso e condivisione della proposta di istituzione del PARCO REGIONALE della BRUGHIERA.

Abbiamo registrato sia posizioni moderate favorevoli a strumenti di tutela più blandi sia interventi più coraggiosi, chiari e molto decisi a favore dell'istituzione del Parco Regionale come quelli del Sindaco di Orsenigo ( Vigano ) e di Meda ( Taveggia ). Quest’ultimo porterà nel prossimo Consiglio Comunale un atto deliberativo per chiedere alla Regione Lombardia di sottoporre la propria porzione di Parco a vincolo Regionale in attesa che anche altri comuni decidano di fare altrettanto.

I Sindaci di Fino Mornasco e Brenna, hanno fatto presente che per alcune situazioni particolari può esserci la possibilità di agire attraverso tappe intermedie, anche con l’istituzione di nuovi Parchi locali nella formula di PLIS o ampliando l’esistente della Brughiera Briantea, comunque con l'obiettivo finale del PARCO REGIONALE.

Anche l’Assessore al Territorio della Provincia di Como, pur rivendicando come atto di tutela la pianificazione territoriale provinciale, ha ammesso la necessità di una forma di tutela della Brughiera che, visto l'alto numero di comuni coinvolti, debba andare oltre l'istituzione dei PLIS.

Ottimo il contributo di Agostinelli e Gaffuri che si sono resi disponibili ad un lavoro comune che tenda ad ampliare il coinvolgimento anche a rappresentanti della maggioranza del Consiglio Regionale.

La prossima tornata elettorale regionale, peraltro, se da una parte rallenterà l'attività della Regione e quindi dell'iter della proposta di istituzione del Parco Regionale, dall'altra consentirà di inserire il tema della tutela ambientale del territorio e del Parco della Brughiera nel dibattito elettorale.

Non abbiamo forse spostato nessuna montagna ma abbiamo fatto sbattere le ali a qualche farfalla.

Sarà compito del Comitato stringere ulteriormente i rapporti con gli Amministratori locali ed estenderli anche a quei Comuni che non hanno mostrato sensibilità al Parco.

Lunedì 21/12/09, grazie anche all'interessamento di alcuni Consiglieri Provinciali, il Comitato sarà in audizione presso la Commissione Ambiente della Provincia di Como.

Da segnalare che, nella stessa serata, siamo stati preceduti da una riunione che vedeva Sindaci, Provincia e Regione discutere di un progetto di una nuova autostrada Lecco-Como-Varese (la Pedemontana BIS). Un nuovo progetto inutile, devastante per l'ambiente e in particolare per il territorio del tanto agognato Parco Regionale, visto che si prevede il passaggio di questo asse autostradale su aree verdi che sono parte integrante della Brughiera nella porzione a nord.

Consideriamo inconcepibile l'uso PRIVATO che molti soggetti fanno del territorio, sottoponendolo ad un consumo ormai esasperato. Speriamo di non doverci occupare anche di questa ulteriore emergenza ambientale.

Comitato per il Parco Regionale della Brughiera
Meda, 17 dicembre 2009
info