CONFERENZA DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI DELLA BRIANZA
Brianza: la precarietà la fa da padrona

Gianni Confalonieri, Giovanna Casati, Simone Pulici

Si è svolta il 19 gennaio presso il Circolo ARCI di Arcore la conferenza delle lavoratrici e dei lavoratori della Brianza in preparazione della Conferenza Nazionale del PRC di Treviso. Presenti numerosi compagni iscritti e simpatizzanti del PRC, la Segretaria della Federazione Brianza, Giovanna Casati e Gianni Confalonieri, capogruppo del PRC in Regione Lombardia.

La serata è stata introdotta da una relazione del responsabile lavoro del PRC Simone Pulici che ha toccato i nodi più controversi e paradigmatici dello sviluppo capitalista degli ultimi vent'anni. Particolare attenzione è stata prestata al risultato di questi processi sul tessuto produttivo brianzolo, che qui riassumiamo per sommi capi:

E' seguito un ricco dibattito che ha visto intervenire diversi compagni per sottolineari alcuni aspetti particolari, ma sosprattutto per riportare la propria esperienza quotidiana e tratteggiare alcune vie d'uscita possibili per cambiare rotta nelle politiche sindacali e territoriali.

Nell'impossibilità di riportare il resoconto del dibattito segnaliamo alcune frasi che possono servire come stimolo:


Luigi Morganti
(SPI - CGIL)
" ...c'e' attenzione positiva fra i lavoratori sui temi della sicurezza che va al di là dello stesso interessamento delle strutture sindacali......."
Liborio Sala
(delegato RSU GIANNETTI)
"...sono in continuo aumento le ore lavorate...." "....è importante impegnarsi per la costruzione della sinistra sindacale..."

Graziella Soresini
(segretaria FLAI/CGIL Brianza)
"...occorre perseguire con convinzione la costruzione della sinistra sindacale in CGIL, per poter riprendere la conflittualità e per fare in modo che i lavoratori ritornino ad essere i protagonisti del cambiamento..."
Francesco Riccio
(delegato SLC/CGIL)
"... ricostruire la coscienza di classe...."

Danilo Cernari
(delegato RSU CELESTICA)
"...l'impegno diretto delle compagne e dei compagni di questo partito è condizione indispensabile per il cambiamento..."
Fausto Ortelli
(segreteria CGIL Brianza)
"...bisogna fermare l'arretramento progressivo delle condizioni dei lavoratori, evidenziare le contraddizione del sistema e come primo obiettivi dobbiamo batterci per l'approvazione della legge sulla rappresentanza nei luoghi di lavoro..."

Eliseo Dalto
(delegato RSU, segretario del circolo ALCATEL del PRC)
"... il processo di esternalizzazione ha frantumato la classe operaia, occorre ricostruire dei momenti di unità, per esempio con la realizzazione di rappresentanze legate all'intero sito produttivo..."
Romano Valtorta
(delegato RSU, segretario circolo PRC di Sovico)
"...la sinistra sindacale con la sua autonomia può essere l'elemento della riscossa..."

Nicola Curcio
(delegato FISAC/CGIL)
"...impegniamoci per ottenere la legge sulla rappresentanza sindacale..."
Piero Scotto
(delegato RSU Opedale Giussano)
"...dobbiamo interrogarci se non sia il momento di costruire un altro sindacato..."

La serata è stata conclusa da Gianni Confalonieri (capogruppo PRC in Regione Lombardia)che si è soffermato sul legame fra le battaglie contro le scelte della Giunta Formigoni e la ricostruzione di movimenti più ampi in cui i lavoratori siano protagonisti.

Romeo Cerri
Arcore, 19 gennaio 2001